Il terreno del nostro giardino è naturalmente infestato da insetti, semi di piante infestanti e spore di funghi.

la coltivazione di piante dell’orto può venire seriamente compromessa dallo svilupparsi di uno o più di questi parassiti ed infestanti.

Per questo motivo, prima di coltivare qualsivoglia verdura, si cerca di pulire il substrato, in modo che in seguito non sia necessario intervenire con pesticidi, insetticidi, fungicidi, o continui interventi per rimuovere gli agenti infestanti.

Per quanto riguarda i parassiti animali, si trovano in commercio appositi prodotti chimici che vengono sparsi sul terreno prima di lavorarlo, in modo da mescolarli bene al substrato, spesso funzionano come vere e proprie esche, e uccidono gli insetti che ne ingeriscono anche piccole quantità.

Per ripulire il terreno in maniera più profonda e completa, soprattutto nel caso in cui si abbia una aiuola che nel corso degli anni è molto sfruttata si può praticare la solarizzazione, si lavora il terreno e lo si ricopre con un film plastico scuro, possibilmente durante i mesi più caldi. i raggi solari riscaldano il film plastico, e di conseguenza anche il terreno sottostante, le alte temperature così raggiunte vanno a disinfestare cosi il terreno distruggendo spore, larve, piccoli insetti e rendendo sterili i piccoli semi di piante infestanti.

Tale pratica, funziona solo se il terreno rimane coperto, fissando il telo ai bordi con cavallotti metallici o con sassi, oppure semplicemente con piccole asticelle in legno, per almeno 35/45 giorni.

La solarizzazione va quindi effettuata a rotazione sulle aiuole a riposo.

L’orto è una parte di casa che è bello curare da soli, bastano però alcuni consigli per avere un risultato sorprendente. Chiamate per fissare un appuntamento.

Condividi

leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *